Scuola Secondaria di Primo Grado “Antonio De Curtis”

Visite didattiche e viaggi di istruzione

Viaggi di istruzione e gite scolastiche sono momenti fondamentali nella vita di studenti e insegnanti. Giornate intense, ricche di emozioni, di scoperte.

Cos'è

La “gita scolastica” è una attività che si svolge all’esterno della scuola ,  uno dei momenti più atteso dagli studenti, di socializzazione e di apprendimento;  Dal punto di vista dei docenti e per il Miur “Le visite guidate e i viaggi di istruzione contribuiscono all’apprendimento, all’arricchimento culturale e professionale e alla crescita della personalità dello studente” 

Le “GITE SCOLASTICHE” si differenziano per:

  1. DURATA:
  • VIAGGI DI ISTRUZIONE sono di più giorni (con pernottamenti); (devono essere autorizzate da CdC, DS, Genitori, Collegio, C.I.)
  • le VISITE GUIDATE sono di un giorno (da mattina a sera)
  • le USCITE DIDATTICHE durano mezza giornata (solitamente all’interno dell’orario scolastico). – (devono essere autorizzate da CdC, DS, Genitori)
  • le USCITE FINALIZZATE sempre all’interno dell’orario scolastico e sempre a piedi – (autorizzate dai Genitori con modulo annuale a inizio anno)

TEMATICA E FINALITÀ del viaggio/visita/uscita

  • di integrazione culturale: finalizzati alla conoscenza di aspetti paesaggistici, monumentali, culturali, storici, partecipazione a manifestazioni o concorsi;
  • di integrazione e di preparazione (area tecnico/scientifica): visite ad aziende, unità di produzione, partecipazione a mostre;
  • ambientali ; trekking, grotte, natura.
  • connessi ad attività sportive: avviamento alla vela, allo sci, , all’orienteering,   campi – scuola ecc.
  • scambi culturali: gemellaggi, soggiorni all’estero,
  • sociali: esperienze in ambito sociale, progetti con associazioni ed enti, etc.

A cosa serve

I viaggi di istruzione, dal punto di vista educativo, migliorano il livello di socializzazione tra studenti e tra studenti e insegnati, sviluppano il senso di responsabilità e autonomia e sollecitano la curiosità a ricercare.

Dal punto di vista didattico, i viaggi di istruzione, essendo caratterizzati da esperienze dirette, ricche di emozioni e scoperte, rafforzano l’attività di conoscenza della realtà storica, culturale ed ambientale, promuovendo così anche la convivenza civile tra individui diversi.

In ottica inclusiva, i viaggi di istruzione sono anche l’occasione per colmare le distanze attraverso l’utilizzo di linguaggi diversi.

Come si accede al servizio

Per accedere al servizio occorre essere regolarmente iscritto presso l'Istituto scolastico

Procedure collegate all'esito

E' necessario avere l'identità Digitale

Servizio online

Puoi accedere al servizio dalla piattaforma PagoPa del MIM

Autenticazione

Per l’accesso al servizio online utilizza le credenziali del Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID) o della Carta d’Identità Elettronica (CIE) o della Carta Nazionale dei Servizi (CNS)

Logo SPID

Non hai SPID?
Scopri di più

Logo CIE

Non hai CIE?
Scopri di più

Logo CNS

Non hai CNS?
Scopri di più.

Servizi correlati

Luoghi in cui viene erogato il servizio

Cosa serve

  • Dipartimenti, classi parallele e singoli consigli di classe/interclasse sono impegnati nell’elaborazione di progetti al fine di potenziare la ricaduta didattica dell’iniziativa
  • Il docente proponente/referente presenta alla commissione viaggi, su apposito stampato/form, la scheda riassuntiva approvata dal consiglio di classe, completa di tutti i dati
  • La Funzione strumentale/commissione viaggi raccoglie le proposte dei viaggi dei consigli di classe controllando che esse rispettino norme e Regolamento e mette a punto la relazione da sottoporre al collegio dei docenti per la sua approvazione
  • La Funzione strumentale sottopone il Piano annuale delle uscite al collegio dei docenti per l’approvazione delle destinazioni e dei relativi progetti. Il collegio dei docenti approva il Piano in base alla coerenza con il PTOF e al rispetto delle condizioni definite dal regolamento d’istituto
  • Il consiglio d’istituto prende in esame il piano approvato dal collegio verificando il corretto raccordo con la programmazione didattico- educativa della scuola e la rispondenza ai criteri di tipo organizzativo definiti dal Regolamento
  • Il Dirigente Scolastico nello svolgimento dell'attività negoziale per la realizzazione dei viaggi e delle visite di istruzione, avvalendosi dell'attività istruttoria del DSGA e di quella tecnica della Funzione Strumentale /Commissione Viaggi procede all'individuazione delle agenzie di viaggio e delle ditte di trasporto.
  • Il DSGA ha cura di raccogliere tutta la documentazione per il seguito dell'istruttoria
  • I docenti accompagnatori: • forniscono agli alunni indicazioni chiare e precise sul programma • consegnano il materiale necessario per non perdersi (numeri telefonici, mappe, luoghi di ritrovo) • danno indicazioni sull’abbigliamento e il materiale necessario • raccolgono dalle famiglie le eventuali prescrizioni sanitarie ed alimentari dei figli • vigilano sull’incolumità degli alunni e intervengono in ogni caso di emergenza e/o di mancanze disciplinari
  • I docenti proponenti presentano alla segreteria didattica, entro 15 giorni dalla conclusione del viaggio, una relazione sullo svolgimento dello stesso

Tempi e scadenze

All’interno del lavoro di progettazione si possono individuare le seguenti fasi

Fase preparatoria di programmazione collegiale e attività negoziale

La Funzione strumentale unitamente alla commissione viaggi affianca i docenti proponenti nell’organizzazione e nell’attuazione dei viaggi ed informa i consigli di classe sulle norme e le procedure da seguire, predispone e mette a disposizione di tutti:
-proposte di viaggi-tipo
-materiale informativo proveniente da agenzie, comuni, province
-prospetto dei costi dei viaggi degli anni precedenti, a titolo orientativo

01

Set

Fase preparatoria di programmazione collegiale e attività negoziale

I consigli di classe/interclasse, intersezione nella loro composizione allargata, deliberano le proposte di visite e viaggi contenenti le motivazioni educativo-didattiche, gli aspetti economici nelle linee generali, i nominativi degli accompagnatori (con eventuali riserve).
La Funzione strumentale/commissione viaggi raccoglie le proposte dei viaggi dei consigli di classe controllando che esse rispettino norme e Regolamento e mette a punto la relazione da sottoporre al collegio dei docenti per la sua approvazione

02

Ott

Fase preparatoria di programmazione collegiale e attività negoziale

La Funzione strumentale sottopone il Piano annuale delle uscite al collegio dei docenti per l’approvazione delle destinazioni e dei relativi progetti.
Il collegio dei docenti approva il Piano in base alla coerenza con il PTOF e al rispetto delle condizioni definite dal regolamento d’istituto

01

Nov

Attuazione delle iniziative

La Funzione strumentale/commissione viaggi affianca i docenti proponenti e quelli accompagnatori anche nella pratica attuazione dei viaggi di istruzione

30

Nov

Adempimenti conclusivi

I docenti proponenti presentano alla segreteria didattica, entro 15 giorni dalla conclusione del viaggio, una relazione sullo svolgimento dello stesso con riferimento agli aspetti didattici, ai risultati conseguiti e alla qualità dei servizi forniti dall’agenzia

30

Giu

Casi particolari

Qualora all’uscita o al viaggio partecipi un alunno che usufruisce dell’attività di sostegno e/o servizio OEPAC, il numero di docenti accompagnatori a classe è di 2 ogni 15 alunni (con insegnante di sostegno o, in mancanza, altro docente della classe) ed è obbligatoria la presenza dell’operatore OEPAC.

Documenti

P.T.O.F

Il Piano Triennale dell’offerta formativa: la carta d'identità della nostra scuola

Regolamento viaggi di istruzione

Viaggi di istruzione - visite guidate - uscite didattiche

Contatti

Struttura responsabile del servizio

Ulteriori informazioni

Eventuali rinunce, accettate solo se immediatamente precedenti la partenza e dovute a motivi di salute, di famiglia o di forza maggiore, devono essere comunicate alla segreteria con lettera firmata dai genitori e indirizzata al dirigente scolastico